Torna alla Home
Ti trovi in: Home  »  Sole d' inverno
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Sole d' inverno

In questa pagina vorremmo comunicare a te, turista curioso e ansioso di conoscere la nostra meravigliosa Sicilia, come questa terra si trasformi in inverno...

L'inverno è il periodo migliore per catturare i dettagli piu nascosti ed affascinanti...

Le sagre popolari, che si svolgono da Settembre in poi, rispolverano leggende antiche e miti greci, cantano i frutti della nostra terra, conservati e protetti dagli elementi della natura, dalle sorgenti, dalle fonti, dagli alberi e persino dalle pietre.

In ogni paesino alle pendici dell'Etna la gente, risvegliatasi dall'arsura della stagione appena trascorsa, riprende possesso delle proprie piazze gremite di Chiese. Le strade rimangono affollate fino a notte fonda, antiche nenie religiose sono rivolte a santi protettori, finalmente liberati dalle loro cripte religiose e restituiti al popolo festoso.... fuochi d'artificio dominano il cielo stellato e ambulanti colorati propongono "calia" e zuccheri filanti...

Il paesaggio si trasforma quando, come ogni anno, l'Etna vomita collane infuocate di magma che scendono lungo le sue pendici, smottamenti del terreno aprono nuovi crateri, lateralmente alla montagna, da dove la lava trova ulteriore sbocco. Pennacchi di fumo, mescolandosi ai raggi tiepidi del sole, nel cielo azzurro e terso, regalano tramonti dai colori indimenticabili...

La lava fredda ed indurita, con un cuore ancora bollente e liquido, diventa fiera roccia nera, il paesaggio è incantevole e suggestivo per la varietà morfologica di rocce e per la velocità di mutamento delle stesse ad ogni altitudine e, soprattutto, quando la neve inizia a ricoprire con il suo candore tutta quella cupezza.

Allontanandosi dal paesaggio vulcanico, e passeggiando lungo i litorali ti incanterai a guardare un pescatore solitario seduto sulla punta di uno scoglio con il berretto in testa per ripararsi dal sole e gli occhi intenti a guardare l'orizzonte a chiedersi se la sua pesca sara' generosa.

Oppure ti soffermerai a guardare una vecchina, seduta sul soglio della casa intenta ad intrecciare la paglia o a ricamare il tombolo; lei ti guarderà curiosa e i suoi occhi ti chiederanno se sei "furisteru"...